INTERVISTA CON TIZIANO BRESSAN #3

Ruolo: Centrale
Soprannome: Caio
Film preferito: Shutter Island
Il viaggio dei sogni: Caraibi
Da piccolo volevi diventare? Pompiere
Il tratto distintivo del tuo carattere: Serenità
La qualità che preferisci in una persona: La puntualità e la precisione.
Sogno nel cassetto? Arrivare, un giorno, a vivere della mia più grande passione ed aprire una piccola azienda agricola.
Come descriveresti la tua squadra? Direi pazzerella!
I tuoi compagni sono:
Il più pignolo: Bleggi
Il più travolgente: Reno
Il più timido: Bryan
Il più geniale: Bandera
Il più permaloso: Brillo
Come e quando è nata la tua passione? La mia passione pallavolistica è nata per merito di mio padre, che più di tutti ha spinto per farmi prendere questa strada che, col tempo e col lavoro, mi ha permesso di arrivare a tagliare traguardi al quale mai avrei pensato di arrivare.
Il tuo ricordo più bello legato alla pallavolo? Il mio giorno preferito è stato l’esordio l’anno scorso in serie A con la divisa dell’AVS, un traguardo a cui ho sempre aspirato dal momento in cui ho iniziato con questo sport, e farlo con un sestetto regionale è stato doppiamente soddisfacente.
Il meno felice? Il meno felice è sempre associato ad un momento pallavolistico, avvenuto con la maglia del C9 Arco Riva, dove l’obiettivo salvezza è sfumato per una manciata di punti con un gruppo che meritava sicuramente di più.
Com’è stato il tuo arrivo nell’avs? Il mio arrivo in Avs è stato in pullmino!
Cosa ti aspetti da questa stagione? In questa stagione, che sta volgendo ormai al termine, mi aspetto di concludere nel migliore dei modi, permettendo al nostro pubblico di poter godere dello spettacolo che ogni sabato cerchiamo di offrire in palestra.
Concludiamo con un messaggio al pubblico: Il mio messaggio rivolto al pubblico non può che essere di gratitudine nei confronti di coloro che, nonostante periodi di difficoltà, ci hanno sempre sostenuto e seguito con passione. Il mio ringraziamento è rivolto soprattutto a loro.

2019-05-08T12:57:07+02:00